Unsocial 2.0 - IS PaganoBernini

nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività extra > Archivio 2015
Sull’onda dell’entusiasmo raccolto dalla prima edizione, UNSOCIAL 2.0 il 4 ed il 5 Marzo al Teatro Cilea si propone come uno degli eventi culturali più interessanti ..Segue

Unsocial il futuro è giovane al Teatro Cilea
Scritto e diretto da Gabriella Silvia Tartarone, il cast è formato dai giovani allievi tra professionisti e non. Sul palco si sono esibiti: Giusy Aiello, Claudia Allaria, Francesca Apa, Marco Buoninsegni, Daniele Cardone, Davide D’Angella, Valeria De Cicco, Andreana Del Vecchio, Vito Di Gennaro, Federica Napoletano, Eliana Saponangelo, Lorenzo Scagliola, Silvia Silvestro, Mario Volpe, con ospiti Orazio Picella (nel ruolo del professore) e Massimo Menichini (nel ruolo del rettore) ed Imma Salzano (nel ruolo della bidella). Scorrevole lo svolgimento, ricco di battute incalzanti che mantengono alta l’attenzione degli spettatori grazie all’assenza di caduta di tensione. Buona l’interazione tra le immagini di scenografia con l’intreccio della sceneggiatura, che lascia sullo sfondo la presenza della tecnologia ponendo in primo piano la vicenda in ‘tempo reale’ dei protagonisti. Intrigante la trama nella quale gli studenti universitari sono arbitrariamente reclusi in aula senza ausilio di supporti elettronici, ed obbligati a trovare ciò che si sta perdendo a causa della tecnologia ovvero la comunicazione dal vivo. Pretesto che innesca divertenti dinamiche non prive di una profonda presa di coscienza verso l’influenza dei media sulle esistenze e coscienze di ognuno. I giovani spaesati e riluttanti, in principio, accettano il gioco dimostrando la loro posizione che, nonostante la fragilità della giovane età, è ben salda e più solida di quanto si possa pensare. Si assiste ad una vera e propria evoluzione, iniziando dalla fase ludica, passando per quella che vede i generi maschile e femminile contrapposti, per giungere a quella più responsabile con la relativa presa di coscienza di fronte alla manipolazione del messaggio dei media ed alla loro influenza sulle coscienze. Di notevole spessore le considerazioni espresse per voce degli studenti circa sul significato di libertà, come: ‘Nessuno è più schiavo di chi si sente libero senza esserlo’ (di Johann Wolfgang von Goethe nel suo ‘Le affinità elettive’)
che sprona a ritrovare il senso critico rispetto all’uniformità da mandria cui la società ed i media ci hanno portato ormai da decenni, perché ‘Se uno osa riconoscere la costrizione, ecco che si sente libero’. I giovani attori dimostrano tutta la loro preparazione, grazie all’impegno di Gabriella
Silvia Tartarone presidente dell’Associazione Culturale ‘I D.O.C.’ che propone percorsi formativi finalizzati all’acquisizione di competenze professionali. L’associazione, che risiede al confine tra Quarto e Pozzuoli, collabora con realtà associative locali, nazionali ed internazionali, con le quali si confronta costantemente al fine di comprendere in che modo declinare concretamente le potenzialità dell’arte, intesa come veicolo in grado di rappresentare le mutazioni sociali. Un attacco ai media ben strutturato, per ritornare ad una vita reale senza modelli precostituiti da imitare. Magari lo facessero tutti, giovani e meno giovani, forse si potrebbe ritornare ad essere più umani.


Biografia Gabriella S. Tartarone
la Dott.ssa Gabriella Tartarone da oggi è in collaborazione col Teatro Cilea

Giovani attori al Teatro Piccolo, il ricavato a Città della Scienza
Il 4 giugno al Teatro Piccolo sarà "Per non dimenticare Città della Scienza": giovani attori per un doppio spettacolo teatrale il cui ricavato andrà alla ricostruzione del polo museale
Giovani attori al Teatro Piccolo, il ricavato a Città della Scienza “Prove in scena” (Il meglio di Molière) e “Jouer” (Giocare/Recitare) sono i due spettacoli che il 4 giugno alle 10,30 (solo scuole) e alle 18 andranno in scena al Teatro Il Piccolo di Fuorigrotta nell'ambito della giornata "Per non dimenticare Città della Scienza". Gli spettacoli, da testi inediti della regista Gabriella Silvia Tartarone, saranno interpretati rispettivamente dalla giovani attori tra i 6 ed i 13 anni e da ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 20 anni: tutti sono allievi del corso di teatro organizzato quest'anno dall’associazione MadaMadà all'Ostello di Mergellina, diretto dalla stessa Tartarone. Il costo dei biglietti è di 3 euro per bambini fino ai 10 anni e di 5 per gli adulti. Il ricavato dell'iniziativa organizzata dall'associazione MadaMadà sarà devoluto a favore della ricostruzione di Città della Scienza.

A La Roche sur Yon in Normandia L’Istituto Tecnico Commerciale Mario Pagano partecipa al Festival del Teatro Europeo Foto di gruppo dei ragazzi del Mario Pagano In Aprile i nostri ragazzi dell’ ”ITC Mario Pagano” condotti dalla loro regista Gabriella Silvia Tartarone che li conduce da alcuni anni, dopo la iniziale cura e direzione del prof. Paolo Bonaiuto, nelle esibizioni francofone all’Istituto Francese Grenoble, hanno partecipato in Normandia al Festival del Teatro in lingua Francese. L’esperienza è di vecchia data, nasce nel 1996 e vi hanno partecipato diverse scuole napoletane: l’Istituto Magistrale Margherita di Savoia, il Liceo Scientifico Galileo Galilei, il Liceo-ginnasio Francesco De Santis, il Liceo Vittorio Emanuele, il Liceo Antonio Serra alcuni dei quali abbiamo visto nell’inverno 2010 al Grenoble. Non solo vi partecipano i napoletani e le scuole italiane sparse nella penisola ma a questi appuntamenti pervengono scuole da tutta Europa. Infatti gli Stati partecipanti in Normandia sono ben diciotto. Il programma, stressante per chiunque, ha compreso un viaggio iniziale di dieci ore, dal 20 aprile: appuntamento al terminal di Capodichino alle 5 del mattino, partenza alle 7 per Torino, un altro aereo li ha condotti all’aeroporto Charle de Gaulle di Parigi, quindi partenza in treno da la gare di Montpernasse fino a raggiungere Nantes per un cambio e poi finalmente alle 19,45 a La Roche sur Yon dove l’organizzazione del Festival li ha smistati presso accoglienti famiglie fino al 23. Dal 24 i ragazzi sono stati alloggiati presso il locale Liceo St. Joseph. E a Yon si é svolto un fitto programma scandito in matinée fitte di atelièrs, le prove; in aprés midì in cui si sono svolte le rappresentazioni in lingue francese; in soirée durante le quali i gruppi si sono espressi in recite più brevi in madrelingua. La Compagnia Teatrale Mario Pagano ha presentato in francese un adattamento da Molière e in napoletano un estratto dalla “Gatta Cenerentola” di De Simone, arrangiamenti di Gabriella Tartarone. Il 30 aprile tutti sono ripartiti verso casa. Ne sentiremo al ritorno, sarà certamente un successo di studio, di disciplina, di perseveranza, di amore per il Teatro che buoni frutti ha già dato se Mario Martone ha scelto recentemente dal gruppo una giovanissima attrice lanciata in turnée. Maria Carla Tartarone, maggio 2011
  Oggi 10/10/2017   Sono le   © Copyright 2015 I.S. Pagano-Bernini All Rights Reserved   Ris.1860x1080-1920x1080
SEDE
Mario Pagano
Via Andrea d'Isernia, 40 Napoli 80122
SUCCURSALE
Gian Lorenzo Bernini
Via Arco Mirelli 19/a Napoli 80122
Telefono
0817613540
Torna ai contenuti | Torna al menu